Gabriele di Ponto: è suo il piede mozzato trovato nel fiume

0
52

Gabriele di Ponto: il dna conferma, è suo il piede mozzato tatuato ritrovato nel fiume Aniene a Roma.

Il piede mozzato ritrovato nel fiume Aniene a Roma è di Gabriele di Ponto. La conferma arriva in seguito all’esame del dna effettuato dalla scientifica e comunicato al pm della procura di Roma. Il ritrovamento avvenne due settimane fa nel fiume Aniene, sull’arto due tatuaggi: “Oggi è un buon giorno per morire” e “S.S. Lazio”.

Proprio a partire dai tatuaggi le indagini erano concentrate nell’ambiente degli ultrà laziali. Gabriele di Ponto aveva precedenti per droga e rapina. L’esame del dna ha confermato che l’arto ritrovato nel fiume appartiene all’uomo: è stato possibile comparare i tessuti ricavati dagli indumenti indossati dalla vittima. Le indagini proseguono, perché non è stato ancora ritrovato il resto del corpo, né vi sarebbe alcun sospetto, al momento.