Aldo Autuori: imprenditore ucciso a Pontecagnano Faiano da due professionisti

0
59

Aldo Autuori, l’imprenditore salernitano 45enne è stato ucciso da due killer professionisti. E’ quanto sostengono gli inquirenti, a lavoro sulle indagini. Si seguono diverse piste, sia per quanto concerne la vita privata dell’uomo, sia in ambito lavorativo. Aldo Autuori aveva ucciso un uomo nel 2000, ma al momento non vi sarebbe alcun collegamento tra i due omicidi.

Ad uccidere Aldo Autuori sarebbero stati due killer professionisti. L’imprenditore ucciso martedì scorso a Pontecagnano Faiano, Salerno, è stato colpito da dieci proiettili, tutti andati perfettamente a segno, senza che le vetrine del bar dinanzi al quale l’uomo è stato ucciso prendessero un solo colpo. E’ anche molto probabile che a sparare siano stati in due. L’arma del delitto è un revolver a tamburo che può contenere solo sei proiettili, l’imprenditore Aldo Autuori è stato ucciso perché colpito da 10 bozzoli. E’ ritenuto improbabile che il killer tenesse in mano due armi.

Aldo Autuori,  imprenditore proprietario di una ditta di autotrasporti, aveva ucciso un uomo nel 2000. Luciano Merola è stato ucciso da Autuori a colpi di pistola al culmine di una disputa per quanto riguarda una questione finanziaria. Allora, l’imprenditore era stato condannato con l’attenuante della provocazione, e da anni scontava la pena di regime di semilibertà. Solo quest’anno aveva ottenuto l’affidamento in prova. Nel corso delle indagini per l’omicido di Aldo Autuori, sono stati ascoltati anche i familiari di Luciano Merola, ma, secondo gli inquirenti, al momento non vi sarebbe alcun collegamento con l’omicidio compiuto dall’imprenditore nel 2000.

L’imprenditore 45enne Aldo Autuori è stato ucciso con quattro colpi di pistola al torace, quattro alle spalle, uno alla nuca e uno all’anca, all’incrocio tra via Alfani e via Toscana. Secondo i familiari, e le indagini al momento in corso, i killer erano professionisti e si erano recati da Montuori per ucciderlo seguendo un piano studiato e ben preciso. Si indaga nella vita lavorativa e privata della vittima per scoprire eventuali piste.