Isis: uccisi per errore dodici civili durante blitz

0
99

Dodici civili uccisi per errore durante blitz contro Isis

Durante un’operazione delle forze di sicurezza egiziane, contro ribelli affiliati all’Isis, sono stati uccisi per errore ben 12 civili, tra turisti egiziani e messicani. Altri 10, purtroppo, sono stati feriti.
A riportare la notizia il quotidiano El Mundo, il quale descrive tre aerei da combattimento dell’esercito, che hanno iniziato a lanciare missili e a sparare sul gruppo in viaggio in quel momento a bordo di quattro fuoristrada. I turisti, a quanto pare, si trovavano in una zona proibita, come fatto presente dal portavoce del ministero del turismo egiziano
Il ministro degli Esteri messicano, Claudia Ruiz Massieu, ha subito chiesto un’inchiesta sulla vicenda e fatto avviare le pratiche per il rientro in patria dei messicani coinvolti.

Otto jihadisti dell’Isis, ieri nella zona del deserto occidentale, hanno decapitato un egiziano, accusato di aver collaborato con la polizia. L’uomo è stato crudamente crocifisso a un albero.
Gli uomini sarebbero scappati a bordo di due auto e la polizia non è riuscita a prenderli, probabilmente gli assassini sono fuggiti nella zona di Derna. La lotta contro i jihadisti dell’Isisè è serrata da parte della polizia egiziana, che in una nota ufficiale dichiara di aver ucciso sette uomini, scovati i un nascondiglio della regione di el Wahat