Crollano i vaccini tra i neonati: e tornano malattie che si credevano debellate

0
212

E’ allarme in tutta Italia: a causa del crollo delle vaccinazioni, ricompaiono malattie che si credevano superate

Chi l’avrebbe mai detto ? Stanno ritornando alcune malattie che si credevano per sempre sconfitte. Il motivo ? E’ presto detto. La diffidenze di molti genitori verso i vaccini sta causando una impressionante escalation di malattie che ormai erano quasi scomparse. Si pensi ad esempio alla difterite, che è ritornata in Spagna, o che le morti per morbillo non siano più l’eccezione, come nel caso della bimba deceduta per una complicanza lo scorso anno a Roma. A lanciare l’allarme sui vaccini è l’Istituto Superiore di Sanità. Allarme stato subito raccolto e rilanciato anche dall’Aifa e dai pediatri che invitano i genitori a non cadere in tranello e superare i pregiudizi che avvolgono oggi i vaccini. Ma da cosa nasce questa paura per le vaccinazioni nel mondo occidentale?

Fino a qualche tempo addietro si era diffusa la notizia che i vaccini favorissero l’insorgenza di alcune forme di autismo. Teoria poi smentita dagli scienziati. Adesso la riscossa dei vaccini passa per l’approvazione del Piano nazionale Vaccini da parte delle Regioni. Secondo i dati ufficiali i vaccini sono in netto calo: scese al di sotto del 95% le vaccinazioni per poliomielite, tetano, difterite ed epatite B e la percentuale scende ulteriormente per le vaccinazioni contro il morbillo, la parotite e la rosolia che raggiunge una copertura dell’86%, in calo di oltre il 4% in appena un anno. Le conseguenze potrebbero essere terribili.