Volpiano: Emiliano Gaudio beve candeggina e muore

0
471

Aperta un’inchiesta per tentato omicidio.

Ha bevuto della candeggina al posto dell’acqua ed è morto in ospedale. E’ questo il triste epilogo di Emiliano Gaudio settantottenne di Volpiano malato di Alzheimer. L’uomo era ospite della residenza Anni Azzurri dove si stava curando. Da capire se si sia trattato di un incidente o si tratti di omicidio. Ora un’inchiesta della procura di Ivrea accerterà se vi siano delle responsabilità penali per la sua morte, avvenuta sabato all’ospedale di Chivasso, ricostruendo la tempistica dei soccorsi. I familiari del paziente, nel frattempo, si sono rivolti agli avvocati.

A causare la morte la corrosione provocata dall’acido che gli ha perforato la trachea. L’uomo dopo l’accaduto avrebbe lamentato forti dolori e sarebbe stato trasferito in ospedale senza tuttavia avvisare i familiari. La situazione è peggiorata nella notte tra mercoledì e giovedi. I medici hanno provato a salvargli la vita ma gli organi erano compromessi e non c’è stato più nulla da fare. La Procura ha aperto un fascicolo per omicidio a carico di ignoti.