Batteria al rabarbaro, svolta green e low cost per le energie rinnovabili

0
143

Energie rinnovabili, si punta alle batterie al rabarbaro, lowcost e biocompatibili

Da sempre si cerca di realizzare moderne tecnologie al fine di portare le cosiddette rinnovabili in tutte le case e staccarle definitivamente dalla rete elettrica. La batteria al rabarbaro si candida a diventare una delle innovazioni piu importanti del terzo millennio. La batteria al rabarbaro altro non è che una nuova tecnologia ideata all’Università di Harvard e sviluppata dai ricercatori dell’Università di Tor Vergata e della Fondazione Bruno Kessler di Trento. Con la batteria al rabarbaro l’obiettivo primario e’ quello di superare i limiti delle rinnovabili, ovvero accumularla per poterla usare quando necessario. Insomma con l’invenzione della batteria al rabarbaro si vuole guardare al futuro. Riusciranno i ricercatori a portare a compimento i loro progetti ?

Batteria al rabarbaro, la sfida è aperta. Secondo la biologa Adele Vitale uno dei problemi delle rinnovabili è la possibilità di accumularla e che non può essere prodotta costantemente, in caso di mancanza di vento o di sole, mentre in altri momenti invece se ne produce troppa. La soluzione è dunque la batteria al rabarbaro che sfrutta una molecola prodotta dalle piante durante la fotosintesi, detta chinone, facilmente estraibile dal rabarbaro.