Soffri di allergia? Potresti non essere allergico, ma vittima di un test falso

0
244
Allergia
Allergia

Una ricerca medica ha scoperto che molti italiani sono convinti di soffrire di allergie che in realtà non ci sono, a causa di test non riconosciuti.

Ci sono molti italiani che soffrono di un’allergia a qualcosa, e sono persone che evitando di mangiare certi alimenti in virtù della patologia che sono comvinti di avere. Sono convinti, perché in un documento inviato a 300.000 medici è stato scritto, come conseguenza di una ricerca, che molte allergie sono in realtà inesistenti.

Negli ultimi anni, infatti, si sono diffusi una serie di test per il rilevamento dell’allergia che in realtà non funzionerebbero, o quantomeno non sono riconosciute dal Ministero della Salute prove concrete del loro funzionamento.

Si tratta di test come dria test, vega test, biorisonanza, iridologia, analisi del capello, kinesiologia applicata, riflesso cardio-auricolare. Test che, al momento, non sono riconosciuti dal sistema sanitario nazionale.

Pertanto se pensate di essere allergici, o che i vostri figli siano allergici, a qualcosa, consultate sempre il vostro medico di base, che vi farà effettuare le opportune analisi tramite il servizio nazionale, l’unico in grado di stabilire con certezza se l’allergia sia presente o meno. Seguire strade alternative potrebbe portare, specialmente nei bambini, a problemi di malnutrizione.