Loris Stival: parenti pagati per le interviste “3 mila euro per andare dalla D’Urso”

0
208
Caso Stival interviste pagate
Caso Stival interviste pagate

L’indagine per la morte di Loris Stival continua, ma prende una piega inaspettata. Parenti pagati per andare in tv? Nelle intercettazioni di parla di 3000 euro per andare dalla D’Urso.

La morte del piccolo Loris Stival ha scosso tutti. L’unica indagata, la madre Veronica Panarello, è ancora in carcere con l’accusa di omicidio aggravato. Ma adesso l’indagine si sposta su un altro fronte. Da diverse intercettazioni, depositate presso la Procura di Ragusa, si evince che i parenti del bimbo ucciso abbiano richiesto diverse volte dei pagamenti in denaro o sotto forma di favori per andare in tv e rilasciare interviste sul caso Stival.

Dalle intercettazioni si evince che i parenti di Loris Stival hanno ricevuto compensi abbastanza alti per rilasciare le loro interviste, specialmente per canali Mediaset. Spunta tra tutte un’intercettazione tra Barbara D’Urso e la madre di Veronica, nella quale la conduttrice di Domenica Live suggerisce alla donna di porre l’accento sul fatto che la figlia le avrebbe giurato di essere innocente. Nella stessa telefonata vengono promessi consulti medici e piccoli regali per l’altro figlio della famiglia Panarello.