Vaccini: la cassazione nega il risarcimento, ma solo se la manovra del medico e’ corretta

0
247

La Cassazione ha rigettato il ricorso di una donna danneggiata dalla Vaccinazione antitifica. Ma il caso fa discutere.

Ancora polemiche sui Vaccini: la Cassazione nega risarcimento se la manovra del medico e’ corretta. Proprio cosi, la Corte ha respinto il ricorso di una donna napoletana, la quale aveva riportato danni permanenti dopo aver eseguito vaccini obbligatori antitifo. La Corte ha difatti stabilito che, non sono risarcibili i danni imprevisti se l’iter del medico è corretto: la dottoressa che aveva eseguito l’iniezione aveva leso il nervo circonflesso con l’ago, determinando un effetto collaterale permanente, ma secondo i giudici della Cassazione i vaccini, in quanto pratica di routine, non soggetta ad accertamenti preventivi, non possono dar luogo a risarcimenti in caso vengano eseguiti correttamente e nel posto giusto, trattandosi piuttosto fortuito.

La donna aveva richiesto il risarcimento dei danni subiti per i vaccini a carico della Asl 5 di Napoli, per la cattiva esecuzione di una iniezione intramuscolare finalizzata alla vaccinazione obbligatoria. Istanza pero respinta dapprima dal tribunale di Torre Annunziata nel 2003, successivamente nel 2011 dalla Corte d’Appello. Insomma i vaccini fanno ancora discutere.