A rischio le barriere coralline: la scienza da la colpa alla creme solari

0
63

Secondo gli ultimi dati le creme solari conterrebbero sostanze nocive per le barriere coralline.

Barriere coralline, un nuovo nemico si profila nei fondali marini. Si tratta delle creme solari: pare infatti che l’abitudine di  spalmare abbondanti quantità di crema protettiva e poi tuffarsi in mare potrebbe in maniera grave danneggiare le barriere coralline. C’è chi grida alla bufala, ma pare che sia tutto confermato. Tutto questo a causa di una sostanza chimica presente in molte creme solari, il benzofenone-3 che è in grado di arrecare severi danni alla stessa sopravvivenza delle barriere coralline. Dunque creme solari da usare con cautela:a consigliarlo è uno studio statunitense, che è stato pubblicato sulla rivista di settore. Le barriere coralline vanno dunque protette in qualche modo.

Cosa innesca questo meccanismo ? All’interno delle creme solari è presente il benzofenone-3: quando questo viene a contatto con le barriere coralline in diversi modi, fra cui le acque reflue scaricate in mare e, appunto, tramite i bagnanti che si spalmano sul corpo le creme solari per proteggersi da scottature ed effetti nocivi della tintarella.