Musica: morto Scott Weiland, ex cantante degli Stone Temple Pilots

0
99
Musica morto Scott Weiland ex cantante degli Stone Temple Pilots
Scott Weiland è morto nel sonno, addio all'ex cantante di Stone Temple Pilots e Velvet Underground.

Scott Weiland è morto nel sonno, addio all’ex cantante di Stone Temple Pilots e Velvet Underground.

Mondo della musica in lutto. Ieri sera, intorno alle 21,00, presso il suo tour bus in Minnesota, è stato ritrovato senza vita, Scott Weiland, ex cantante di Stone Temple Pilots e Velvet Revolver.
La notizia è stata battuta qualche minuto fa, dal noto sito online TMZ.com, che per il momento ancora non ha a disposizione ulteriori chiarimenti sul decesso.

Scott Weiland si trovava, come detto, in Minnesota dove era in concerto con la sua band, i The Wildabouts. Il vantante era a bordo del suo tour bus, quando i colleghi sono andati a chiamarlo. Il 48enne non ha dato cenni di vita, nonostante le molteplici sollecitazioni.
Subito allertati i soccorsi, che sono arrivati tempestivamente sul posto, ma che nulla hanno potuto per rianimare Scott Weiland. Molto probabilmente, la causa, ancora da accertare, della morte di Scott Weiland è stato un mix di droghe.

Alla notizia della morte di Scott Weiland, subito i primi tweet di cordoglio da parte di amici e colleghi musicisti. Dave Navarro (Jane’s Addiction) ha scritto: “Ho appena scoperto che il nostro amico Scott Weiland è morto. Mi spiace tantissimo, penserò alla sua famiglia stasera”; Andy Biersack (Black BVeil Brides): “E’ molto triste scoprire che Scott Weiland è morto. Sono un grandissimo fan della sua voce e della sua presenza scenica. Una volta ho cantato “Slither”, durante la mia primissima battle of the bands. RIP”; Taylor Momsen (The Pretty Reckless): “Il Rock and Roll ha perso un’anima stanotte” e infine, Zach Myers (Shinedown): “Quando era al picco della carriera… era al livello di Mercury. Punto”.