Trapianto osseo da cadavere ad Angelo di Mestre: ricostruito così un gomito

0
116

Trapianto osseo da cadavere per ricostruire il gomito di un paziente: un’operazione di successo avvenuta ad Angelo Mestre.

Per salvare il gomito di un paziente di 55 anni, i medici del nosocomio di Angelo Mestre hanno eseguito una delicata operazione consistente nel trapianto osseo da cadavere, ovvero l’esportazione di una rilevante parte di gomito da un cadavere trapiantata poi nel paziente. Questo perchè l’articolazione del paziente da salvare era ormai in stato di ossificazione e, secondo il responsabile del reparto di ortopedia, questa sarebbe stata l’unica soluzione da applicare per aiutare il 55enne a recuperare l’uso del braccio, divenuto quasi massa compatta. 

La particolarità e la difficoltà di questo trapianto osseo consistono nell’adattare le parti da esportare al corpo del paziente su cui trapiantarle: tra le ossa, è stato necessario anche inserire l’articolazione protesica in titanio, fondendo le parti originali con quelle trapiantate grazie all’esportazione. Un’operazione di successo dato che, come conferma il dottor Miti- uno dei responsabili della stessa operazione di trapianto osseo ad Angelo Mestre– a distanza di un anno adesso il paziente può utilizzare senza alcun problema il braccio operato.