Bologna: speleologa di 30 anni bloccata in una grotta. Sul posto i soccorritori

0
44
Bologna speleologa di 30 anni bloccata in una grotta. Sul posto i soccorritori
Speleologa precipita in una grotta in zona Farneto. Le condizioni di salute della 30enne in fase di accertamento.

Speleologa precipita in una grotta in zona Farneto. Le condizioni di salute della 30enne in fase di accertamento.

Ore di angoscia per una speleologa di 30 anni. La giovane è precipitata e bloccata nella Grotta del Partigiano, in località Farneto, che si trova nel comune di San Lazzaro di Savena, in provincia di Bologna.
La giovane speleologa era insieme a un gruppo di quattro persone con le quali stava facendo l’escursione nella grotta. Le dinamiche dell’incidente sono ancora da chiarire. Subito sono stati allertati i soccorsi e sul posto sono intervenuti disostruttori della IX Delegazione speleologica Lombarda e alcuni medici della XII Delegazione Emilia Romagna del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico.

L’incidente è avvenuto nel pomeriggio di ieri, 16 gennaio 2016, intorno alle 17,30 del pomeriggio. Secondo le prime testimonianze pare che all’interno della grotta, facente parte del complesso del Parco dei Gessi e Calanchi bolognesi, si sia staccata una lama di sostentamento della roccia, che ha colpito al petto la speleologa e l’abbia fatta scivolare.
I soccorritori hanno la necessità di far brillare alcune parti di roccia per poter far passare la barella, poiché il corpo della giovane 30enne speleologa si trova a circa 60 metri di profondità dal punto di rottura e pare, secondo i primi accertamenti da parte degli uomini del soccorso alpino che il punto di caduta sia molto stretto.