Caffè, tè e cioccolato non fanno male al cuore, una ricerca negli USA smentisce una vecchia credenza

0
70

Il cuore sta bene anche se si ingeriscono caffè, tè e cioccolato: una ricerca USA fa quadrato sulla caffeina

Un mito letteralmente smontato, un qualcosa di credenza comune che adesso con le ultime ricerche viene decisamente a cadere; parliamo dei presunti effetti nocivi che il tè, il caffè ed il cioccolato avrebbero sul cuore. Presunti appunto, ma non affatto reali; si perchè direttamente dalla California, e precisamente dall’Università di San Francisco, viene fuori una ricerca che ha dell’incredibile: tè, caffè e cioccolato non fanno affatto male al cuore, né alterano pulsazioni od altro, anzi la ricerca si spinge oltre ed afferma che addirittura questi elementi potrebbero fare bene al nostro muscolo vitale.

Alzi la mano chi non abbia almeno una volta nella vita sentito dire da parenti, genitori od amici che tè, cioccolato e caffè, specie se abusati, fanno male al cuore, tanto da non prendere nulla del genere in periodi di forte stress; ma è tutto falso: adesso viene smentita questa circostanza e quindi via libera ai fans di queste bevande e di questi alimenti. Perchè la ricerca si è focalizzata proprio su queste sostanze? Molto semplice: tè, caffè e cioccolato hanno in comune la presenza molto costante di importanti quantità di caffeina ed è proprio questa sostanza ad aver fatto gridare spesso all’allarme per la salute del nostro cuore. Ma i dati della ricerca parlano chiaro: su un campione di 1800 persone, osservate per 12 mesi e quindi in pratica per un anno intero, tanto il quanto caffè e cioccolato non hanno provocato il ben che minimo disturbo al cuore, né alterazioni di preoccupante natura. I ricercatori californiani, hanno voluto vederci chiaro su questa diceria secondo cui la caffeina era la panacea di tutti i mali del cuore; come sappiamo, due sono le condizioni che fanno sì che il nostro muscolo cardiaco rischi seriamente in fatto di salute: le cosiddette PAC (Contrazioni Atriali Premature) e le PVC (Contrazioni ventricolari premature), con le prime che provocano infarti ed ictus e le seconde che invece provocano insufficienze cardiache potenzialmente fatali.

Ma per l’appunto, i ricercatori americani hanno voluto vederci chiaro: sarà vero o no che la caffeina porta a tutto questo? La risposta è stata negativa; non solo le condizioni del cuore di coloro che si sono sottoposti al test, che ha fatto ingerire loro importanti quantità di tè, caffè e cioccolato, erano intatte e non si sono riscontrate sofferenze nè di PAC e né di PVC, ma addirittura pare che il cuore abbia reagito meglio a notevoli sollecitazioni. La conclusione della ricerca, pubblicata già nelle riviste specialistiche USA, parla chiaro: non è il caffè, né il e né il cioccolato a provocare problemi cardiaci, possiamo assumere (se ne siamo ghiotti) tutta la quantità che vogliamo senza temere per la salute del nostro cuore.