Arisa torna al Festiva di Sanremo con il nuovo singolo Guardando il cielo

0
68
Arisa torna al Festiva di Sanremo con il nuovo singolo Guardando il cielo
Guardando il cielo è la nuova canzone di Arisa, che parla di Dio e si ispira a Mango.

Guardando il cielo è la nuova canzone di Arisa, che parla di Dio e si ispira a Mango.

Arisa arriva di nuovo al Festival di Sanremo, in onda dal 9 al 13 febbraio 2016 su Rai 1. La cantante torna nella kermesse canora, che la resa nota al grande pubblico con il brano Sincerità, con il brano Guardando il cielo, nuova canzone che è omonima del nuovo album della cantante, che sarà pubblicato il prossimo febbraio.

Arisa nel nuovo brano Guardando il cielo parla di Dio, così come spiega in un’intervista rilasciata a Tgcom 24: “Questo brano nasce da una forte spiritualità, è un guardare alla vita come un dono, con fiducia nel domani. Non necessariamente riconducibile ai dogmi della chiesa. Io entro in tutte le chiese, protestanti anglicane ecc.”. Arisa, che ha dichiarato di ispirarsi a Mango, ha confessato nell’intervista: “In realtà non mi alletta l’idea di diventare super famosa nel mondo, perché mi toglierebbe un pezzettino di vita. Ed è l’ultima cosa che voglio”.

Poi Arisa continua: “Ho tanta sete di scoprire nuovi posti e realtà diverse. In Turchia la scorsa estate ho conosciuto donne che cantano anche se la voce non è bellissima. Ed è giusto così. L’Oriente poi mi appassiona molto. Vivo nella Chinatown milanese e ammiro il rigore dei cinesi. Una mia amica Cristina mi parla delle loro tradizioni e io resto ad ascoltarla a bocca aperta”.

L’album Guardando il cielo parla molto dell’ambiente e della sua preservazione, così come spiega la cantante: “Nel 2013 ho fatto una lunga vacanza nella mia terra, la Basilicata e ho scoperto che la natura e il cielo mi rasserenavano. Ma gestiamo male il nostro ambiente, ad esempio in Basilicata hanno scoperto che c’è il petrolio e l’hanno tappezzata di pozzi. La terra ora è compromessa, in alcuni paesini spesso manca l’acqua, la gente si ammala di più di tumore. Ho una esperienza anche in famiglia… Il dono si ritorce contro se non lo trattiamo bene”.