Arriva la sedia a rotelle controllabile dal pensiero

0
71

Un sogno, se fosse vero. La prima sedia a rotelle completamente controllabile col pensiero è stata progettata e sviluppata dal team della Duke University, con a capo Miguel Nicolelis, il quale ha elaborato uno strumento in grado di raccogliere le informazioni che provengono dai neuroni nel cervello (nelle zone che regolano il movimento e le sensazioni). L’esperimento è stato portato avanti sulle scimmie ed effettivamente ha funzionato: quando l’animale pensava di muoversi verso un determinato luogo, il suo pensiero si traduceva in un concreto movimento della macchina.

La rivista Scientific Reports ha descritto il complesso meccanismo che permette di rielaborare le informazioni neuronali e di tradurle in movimento. Un passo avanti enorme dal punto di vista tecnologico per tutte quelle persone gravemente disabili dal punto di vista fisico, che non possono quindi godere della più piccola autonomia. L’impianto della sedia a rotelle è iniziato nel 2012: da allora i ricercatori hanno incessantemente lavorato per creare un meccanismo in grado di rilevare il movimento e le informazioni dei neuroni, appunto servendosi di due macachi. Il sistema computerizzato della sedia è in grado di dirigere lo strumento verso i luoghi desiderati. Un passo avanti, per la tecnologia e per il sociale, dal valore inestimabile.