Il fotovoltaico? Si srotola come un tappeto

0
79

Adesso possiamo dire davvero di averle viste tutte. John Hingley, ingegnere inglese, ha inventato i pannelli fotovoltaici in grado di arrotolarsi e srotolarsi. Impianti della lunghezza che va da 50 fino a 200 metri, che è possibile arrotolare e portare con sé. Per ogni esigenza. Che il fotovoltaico stesse tornando alla ribalta già lo si sapeva, ma di questa bizzarra idea ancora nulla… Hingley sostiene che si tratta di qualcosa come “un microgrid in una scatola”. Altri ingegneri inglesi avevano invece studiato il modo di accumulare energia per mezzo di tappeti fotovoltaici portatili, strumenti innovativi soprattutto perché potenzialmente possono raggiungere qualsiasi posto, anche quelli più “scomodi” per essere piantati da un uomo.

Intanto la geniale invenzione dei pannelli fotovoltaici che si arrotolano rappresenta una vera novità nel campo dell’energia sostenibile. Insomma, un pannello che può essere piegato, riducendo i costi di trasporto e impiegando meno spazio, è qualcosa di veramente tecnologico. Le ultime scoperte sul fotovoltaico, c’è da scommetterci, sono davvero una risorsa. E intanto anche gli ingegneri che hanno inventato i pannelli portatili sostengono che così si potrà utilizzare l’energia praticamente ovunque, anche in zone impervie oppure isolate. Una vera e propria rivoluzione che porterà sempre più lontano, nel senso letterale del termine, questa tecnologia.