Apple su iCloud? Non è uno scherzo: costa meno di Amazon

0
69

Apple che sceglie iCloud, il servizio di archiviazione made in Google? Non è uno scherzo, è pura realtà. Almeno sembra, manca la conferma ufficiale, ma probabilmente non arriverò mai. Secondo il sito Crn Apple si affida ad alcuni dei servizi Cloud di Google togliendoli dalla piattaforma Amazon Web Services. L’unica motivazione alla base di una decisione simile è quella del prezzo: iCloud è meno oneroso, si parla di circa la metà del denaro richiesto per l’affitto virtuale da Amazon. Google infatti chiederebbe tra i 400 ed i 600 milioni di dollari l’anno, la metà di quelli chiesti da Amazon. E quindi Apple trasloca.

Non è certo questione di qualche mese: ci vorrà almeno un anno per muoversi da una piattaforma all’altra, e sempre che comunque ci sia del vero in questo vociferare sugli spostamenti dell’azienda della mela. Una situazione quanto meno strana quella che si viene a creare fra i due colossi rivali delle nuove tecnologie. Ma Google non fa mistero dei costi bassi dei propri servizi e potrebbero essere stati loro a far migrare la Apple. Chissà… a noi non resta che aspettare almeno altri dodici mesi prima di poter effettivamente vedere quanto ci sia del vero nella notizia.