Dorsey: Twitter resta a 140 caratteri

0
56

Twitter non cambierà, non così nel profondo almeno. Il più celebre sito di microblogging del mondo ha deciso di smentire in maniera ufficiale le voci che volevano prossima l’intenzione di aumentare le battute fino al numero di 10mila.

I “cinguettii” come vengono chiamati i micro messaggi che gli utenti di Twitter postano online, rimarranno di 140 caratteri, come ha ribadito Jack Dorsey, il CEO di Twitter. Il limite è destinato a rimanere, a discapito delle voci contrarie. Non solo: Dorsey ha detto che si tratta di “un buon vincolo” in quanto consente di “mantenere la brevità del momento”. Già a gennaio si erano diffuse diverse voci secondo le quali presto Twitter avrebbe aumentato i caratteri a disposizione per scrivere le notizie, arrivando fino a 10mila.

Ma che senso avrebbe avuto una cosa simile, dato che uno dei pochi tratti che distingue Twitter dagli altri social network è proprio la brevità dei post? Secondo alcuni, sarebbe servito a rilanciare questo sito evitando la crisi. Ma non sono tutti d’accordo. Ok alle nuove soluzioni mirate a rendere Twitter più dinamico ed accattivante, per far rimanere gli utenti che ci sono e per attirarne di altri. Ok anche all’aggiunta della funzione Moments, ai sondaggi dei tweet e alla possibilità di segnalare il tweet preferito, ma per ora ci si ferma qui.