Tutta la tecnologia dell’ISIS

0
72

L’ISIS utilizza tecnologie avanzate, alcune all’avanguardia, per i suoi scopi mortiferi. D’altronde, è ben noto che proprio per mezzo di social newtork e di YouTube l’organizzazione islamista e terrorista proclama le sue intenzioni, ingaggia i combattenti e terrorizza il mondo. Gli esperti del settore hanno tracciato una mappa delle tecnologie usate dall’ISIS nella sua follia omicida.

Per cominciare, telefoni smartphone, usati per attivare le bombe e per comunicare. Un Samsung bianco era il telefono trovato in un cestino dello sporco dopo gli attentati al Bataclan: conteneva la cronologia di ricerca sul concerto, foto della planimetria della sala. Nessuna e-mail e nessuna chat, però, a tradire i terroristi. Probabilmente hanno usato dispositivi di crittografia per nascondere le loro chat. Inoltre al Bataclan uno dei terroristi ha utilizzato un notebook sul quale comparivano lunghe serie di file, come i codici di un programma: si trattava di un programma di crittografia? Non si sa.

Quello che si sa è che i terroristi si sono evoluti, che utilizzano tecnologie in grado di schermare i messaggi omicidi per non essere intercettati, che riescono a nascondersi sempre meglio dalle forze dell’ordine e che utilizzano Facebook e Twitter per diffondere il terrore ed adescare nuovi adepti.