Se il passaporto finisce nello smartphone

0
130

Come sarebbe viaggiare con passaporti virtuali? Cioè con passaporti inclusi all’interno del proprio smartphone, come una qualunque carta fedeltà. Perché l’evolversi della tecnologia potrebbe portare proprio a questo, a creare un piccolo spazio per il passaporto proprio all’interno del telefono.

L’idea del passaporto “senza carta” stimola l’immaginazione di molti. Potrebbe essere anche un modo di velocizzare gli spostamenti, facendo sì che essi avvengano sempre in maniera più smart, senza i problemi che talora i documenti di carta portano con sé. L’idea di carte mobili, elettroniche, si diffonde sempre più velocemente nel mondo tecnologico di oggi. C’è già, nei passaporti moderni, qualcosa che potrebbe avvicinarsi a questo prototipo. Il chip che essi portano incorporato, infatti, mette a confronto il volto delle persone con quello che viene presentato sul documento.

Ovviamente, anche in questo caso, la sicurezza viene prima di tutto. E’ quindi necessario che vengano predisposti meccanismi di sicurezza che contrastino eventuali tentativi di contraffazione, ma anche soluzioni alternative nel caso in cui lo smartphone che contiene le preziose informazioni venga smarrito o venga rubato. I passaporti elettronici, quindi, necessiterebbero di un alto grado di protezione, e probabilmente sono ben lungi dall’essere perfezionati. Ma per ora restano un’idea, bisogna ammetterlo, davvero avvincente.