Apple ormai è in caduta libera

0
71

Abbiamo già parlato precedentemente della continua discesa finanziaria che Apple sta vivendo, e questo incubo sembra non volersi fermare.

L’investitore Carl Icahn ha annunciato di aver venduto tutte le sue azioni per il colosso di Cupertino, probabilmente spaventato per gli esiti molto bassi del primo trimestre del 2016.

Questi cali sono stati registrati soprattutto in Cina, dove si sono visti cali di vendite sino al 26% rispetto al primo trimestrale del 2015, tenendo conto che il governo cinese ha bloccato servizi come iBooks e iTunes Movie, ed inoltre ci sono colossi come Oppo, Vivo e Huawei che stanno avendo dei picchi di vendite.

Tutto questo sta a dimostrare che facilmente il motivo dell’abbandono da parte di Icahn è dovuto alla paura (giustificata) per il mercato cinese, che si sta ingrandendo mai prima.

Icahn ha lodato il lavoro svolto da Tim Cook per la Apple ma anche l’intera azienda, affermando che sia stata un’occasione unica poter lavorare con loro. Le prossime mosse della Apple saranno forse puntare sul mercato indiano, che potrà probabilmente essere interessato ad una versione più economica dell’iPhone, oppure investimenti sull’Apple Car.

Altri non sono d’accordo, anzi pensano che nuovi investimenti dovrebbero essere fatti per tecnologie sull’ambiente, come l’automobile elettrica oppure su Liam, uno speciale robot con il compito di riciclare componenti di iPhone rotti.