Microsoft sta lavorando al pre-touch

0
63

Impossibile nasconderlo, il mercato relativo agli smartphone di casa Microsoft non è mai stato alle stelle, ma proprio in questo periodo sta calando.

Effettivamente, la famosa gamma Lumia non ha mai fornito molto per distinguersi dalla concorrenza (si tratta principalmente di Android e iOS), se non per il design, che può ovviamente piacere, la personalizzazione del lato posteriore e la resistenza del prodotto.
Tuttavia l’azienda di casa Redmond ha in mente qualcosa di molto interessante.

Questa novità si chiama pre-touch, e la sua funzione è quella di “prevedere” l’input touch da parte dell’utente (notare che questa tecnologia si mette in totale contrasto con il force-touch, che è invece una funzione introdotta dalla Apple che permette alle superfici touchscreen di rilevare diversi livelli di intensità al tocco).

Il pre-touch funziona tramite dei sensori ottici molto avanzati, e nella pratica rileveranno il tuo tocco quando il tuo dito sarà ancora a circa 1 centimetro dallo schermo, senza il bisogno di toccarlo e lasciare quindi il display pieno di “ditate”.

In realtà questo sistema è molto complesso da spiegare (ma molto semplice da utilizzare), infatti lo smartphone rileverà l’angolazione per la quale il dispositivo è impugnato e valuterà la lontananza dalla quale attuare il pre-touch.