Windows 10 è il SO definitivo di casa Microsoft

0
107

È un periodo abbastanza complesso per la Microsoft, in quanto ha deciso che Windows 10 sarà il suo ultimo sistema operativo, e non può permettersi che casca in un flop, come è successo con Windows 8.
L’idea che c’è a casa Redmond è di “Windows as a service”, ovvero creare un sistema operativo che funzioni su tutti i dispositivi, che sia unito, con un solo store, stessi aggiornamenti, e non più nuove versioni frammentarie.

“Non più nuove versioni frammentarie”, infatti questo sarà l’ultimo SO Microsoft perché tutti gli aggiornamenti (grandi o piccoli che siano) andranno sotto il nome di Windows 10.
Per questo vogliono che, finché è gratuito (sino al 29 Luglio di quest’anno), il maggior numero di utenti passino a questa nuova versione.

Per il momento non si può dire che il numero di passaggi sia basso, ma Windows 7 resta il preferito, e, cercando un po’ su internet, troverete che Microsoft ha anche attuato uno sporco trucchetto per aggiornare a 10.
La versione preferita da parecchi utenti in realtà resta Windows XP, ma essendo il suo supporto finito, molti si sono lanciati sulla versione con caratteristiche più simile, ovvero Seven, e seppur per gli utenti Windows 7/8/8.1 l’ultima versione sia gratuita, per qualche motivo non vogliono aggiornare.